Viaggiaora.it

Destinazioni, guide, consigli e idee di viaggio

Città solare, vivace e multietnica, Barcellona è la meta ideale per chi ama l’arte e l’atmosfera spagnole.

Grazie all’inconfondibile stile di Anton Gaudì, che caratterizza numerosi monumenti, Barcellona è una città davvero unica nel suo genere.

I simboli di Barcellona

Ricca di monumenti, Barcellona è una città entusiasmante, con tantissime cose da visitare, talmente tante che sarebbe davvero un peccato avere poco tempo a disposizione.

Ma quali sono i simboli di Barcellona? cosa è assolutamente imperdibile? Scopriamolo insieme nei prossimi paragrafi!

La Sagrada Familia, il simbolo di Barcellona nel mondo

Cominciate la vostra visita dalla chiesa simbolo di Barcellona, la Sagrada Familia, monumento imponente e caratteristico in cui si racchiude l’originale arte di Gaudí, morto nel 1926.

Emblema dell’architettura modernista, è un’opera particolare, la cui costruzione va avanti dal 1882. Questo tempio in stile neogotico è composto da torri, pinnacoli e linee curve e ancora oggi la sua costruzione prosegue, grazie alle offerte dei fedeli, sui progetti lasciati dallo stesso Gaudì.

La basilica ha tre facciate cariche di simbologia, ovvero:

  • la facciata della Natività
  • quella della Passione
  • quella della Gloria.

Per gli interni, invece, Gaudí si è ispirato alle forme della natura.

Parc Güell: Un altro simbolo di Barcellona

Il magnifico Parc Güell, anch’esso opera di Gaudì, è un altro simbolo di Barcellona. Facilmente raggiungibile con la metro dalla Sagrada Familia, questo parco cittadino in tipico stile barcellonese è caratterizzato da edifici bizzarri ed elementi architettonici decorati con piastrelle coloratissime.

Dalla terrazza del parco si gode di una vista panoramica mozzafiato sulla città.

Casa Batllò

Nelle vicinanze di Parc Güell, a circa 2 km, si trova Casa Batllò, che può essere raggiunta in metro o in bus. Questo magnifico palazzo in stile modernista si trova nell’elegante Paseo de Gracia, una via di Barcellona sulla quale si affacciano alcune delle residenze più importanti della città.

Inconfondibile per la sua straordinaria facciata, decorata con piastrelle blu, verdi e viola, e per le finestre e i balconi ondulati, il palazzo è un vero capolavoro e anche gli interni sono spettacolari.

Fra curve e spirali, la fantasia dell’artista catalano ha dato vita a decori originali e ondulati, arrotondati come le onde del mare.

Barrio Gotico

Da Paseo de Gracia al Barrio Gotico è facile arrivare anche a piedi, in circa 20 minuti, oppure potete sempre prendere la metro o il bus. Il quartiere gotico di Barcellona è chiamato così perché al suo interno vi sono diversi monumenti gotici, ma custodisce anche edifici e opere risalenti al Medioevo.

Da vedere è la Cattedrale di Barcellona dedicata a Santa Creu e a Sant’Eulalia, patrona di Barcellona, la splendida Plaça Reial al cui centro troneggia la Fontana con le Tre Grazie e la Chiesa di Santa Maria del Pi.

La spiaggia della Barceloneta

Sempre a poca distanza, a meno di 2 km, si trova la spiaggia della Barceloneta, la più famosa di Barcellona e anche una delle più grandi e antiche.

Situata in posizione centrale, la spiaggia attira milioni di visitatori per il suo fascino mediterraneo, il divertimento che offre e i numerosi locali alla moda. Sulla spiaggia sono disponibili sedie a sdraio, ombrelloni, docce e spogliatoi e non manca la possibilità di praticare sport come windsurf, kitesurf e beach volley.

Ideale per le famiglie e le comitive di amici, la spiaggia è dotata di ogni confort ed è la destinazione perfetta per rilassarsi in sicurezza.

Scopriamo la Catalogna

La Catalogna è una regione spagnola situata tra i Pirenei e il mar Mediterraneo, all’estremità nord orientale della penisola iberica. Qui si trova la famosa Costa Brava, che con le sue spiagge magnifiche e una serie di locali trendy attira turisti da tutto il mondo. In questa regione, poi, non mancano le città d’arte, ricche di fascino e di storia, come Terragona, che è sede di un sito archeologico dichiarato patrimonio dell’UNESCO nel 2000.

Bellissima anche Girona, città molto apprezzata per il suo suggestivo centro storico, le suggestive viuzze e la maestosa cattedrale con il suo chiostro. Altre città d’arte che meritano di essere visitate sono Terrassa, famosa soprattutto per il sito visigoto-romanico di Sant Pere e Cadaques, uno dei luoghi più incantevoli della catalogna, dove si trova la casa museo di Dalì.

Itinerari ed escursioni

Tanti gli itinerari e le escursioni da fare a Barcellona, eccone alcuni da non perdere:

  • Costa Brava- escursioni da Barcellona a Cadaqués – questo itinerario ti porterà alla scoperta dello spettacolare tratto della Costa Brava, a pochi km da Barcellona, e delle sue bellissime città balneari come Blanes, Lloret de Mar, Tossa de Mar, Sant Feliu de Guixols e altre location dove spiagge, divertimento e cultura si mescolano regalando momenti indimenticabili.
  • Montserrat – Natura e spiritualità a un’ora da Barcellona – sede del Monastero della Vergine Maria che sorge sul monte, meta di pellegrinaggio da secoli, il Montserrat è un angolo suggestivo della Spagna che vale la pena visitare. Qui giungono i fedeli devoti alla Madonna Nera, patrona della Catalogna.
  • Una giornata a Figueres, città di Salvador Dalí – città nativa dell’artista, Figueres è sede del Teatro-Museo Dalí, secondo museo più famoso di tutta la Spagna. Visitando il Teatro-Museo e i luoghi attigui frequentati dall’artista e dalla moglie Gala, si possono ripercorrere le fantasie e le ossessioni di Salvador Dalí.

Mangiare a Barcellona

Impossibile visitare Barcellona senza degustare le sue specialità gastronomiche. Fra quelle imperdibili troviamo la fiderà, simile alla paella, ma preparata con pasta invece che col riso, il pà amb tomaquet, una specie di bruschetta al pomodoro che viene servita come antipasto, o ancora la butifarra, una salsiccia che si cucina alla brace con i fagioli.

Altro piatto da provare è anche la carn d’olla y escudella, uno stufato di carne con contorno di verdure davvero squisito.

Ovviamente imperdibili sono le tapas, da gustare anche con pesce e frutti di mare, magari in uno dei tanti locali suggestivi di Barceloneta o del Barrio Gotico, dove potrete assaporare anche la famosa crema catalana, deliziosa con la sua crosta di zucchero color ambra caramellato.

Dormire a Barcellona

L’ampia scelta di strutture alberghiere a Barcellona permette di trovare la sistemazione più adatta alle proprie esigenze e per tutte le fasce di prezzo. Numerosi gli hotel e i b&b da prenotare nelle vicinanze della metropolitana per spostarsi comodamente da una parte all’altra della città, disponibili anche a prezzi accessibili.

A Barcellona sono presenti anche tantissimi ostelli, ottima scelta per chi cerca alloggi low cost, adatti sia ai gruppi di amici, alle coppie e ai single.

Prenotare un hotel a Barcellona

Se avete bisogno di prenotare un alloggio a Barcellona, abbiamo selezionato per voi i 5 hotel con il miglior rapporto qualità prezzo.

L’Aeroporto di Barcellona

L’aeroporto di Barcellona Josep Tarradellas Barcelona-El Prat è uno scalo internazionale situato ad appena 13 km dalla città. È l’unico aeroporto della città catalana ed è molto ben collegato con il centro cittadino. Lo scalo ha due terminali, T1 e T2 e da entrambi partono vari mezzi di trasporto per raggiungere in poco tempo la città.

Come arrivare in auto a Barcellona

Si può arrivare a Barcellona anche in auto: la soluzione ideale per chi ama guidare. La città è raggiungibile su strada sia dalla Francia che dal Portogallo: dalla Francia l’accesso migliore è attraverso l’autostrada A-9, mentre da Portogallo gli accessi migliori sono la A-5 e la A-2.